“Avanzi popolo, per combattere la “desigual” distribuzione dei beni alimentari”

Dal Corriere delle Puglie 21/06/2014

Ogni anno nel mondo vengono gettate 1.3 miliardi tonnellate di cibo, un terzo della produzione alimentare mondiale. Una quantità di cibo che, da sola, sarebbe in grado di sfamare 868 milioni di persone che soffrono la fame.
Solo in Europa si parla di 89 milioni di tonnellate di cibo sprecato a qualsiasi stadio della catena alimentare, dalla produzione al raccolto, dal consumo domestico a quello legato alla ristorazione.

Queste insolite “prassi” di spreco alimentare, oltre a rivelarsi indiscutibilmente uno scempio ed un’offesa nei confronti delle non poche famiglie che oggigiorno versano in condizioni di gravissima difficoltà monetaria, in Italia e nel mondo, si rivelano quindi anche un danno incommensurabile sia per le economie locali che per quella globale. Ed è presto detto il perchè.

Non si può, infatti, non tener conto che la produzione di beni alimentari implichi un notevole dispendio di energie, energie che hanno un costo, costi che non vengono recuperati se questi beni non vengono immessi nel mercato.

Se poi consideriamo che per smaltire questo genere di beni è necessario sostenere altre spese, ci rendiamo conto che, beni alimentari non consumati che già recano alla collettività un ingente onere di produzione da sostenere, avranno per la stessa un nuovo valore di smaltimento, un doppio sacrificio a carico della popolazione senza che questa abbia beneficiato, nel caso di specie, di alcun UTILE dovendo invece pagare a caro prezzo due volte lo scotto per aver “prodotto e distrutto” qualcosa! Paradossale e insostenibile.

Lunedì 23 giugno 2014, a Bari, l’Associazione di volontariato In.Con.Tra., passerà all’azione promuovendo il progetto “Avanzi Popolo”, proposta finanziata dalla Regione Puglia nell’ambito dell’iniziativa “Puglia Capitale Sociale”
Appuntamento alle ore 18.00 presso l’ingresso principale del parco 2 giugno (Viale Einaudi) per procedere alla raccolta di cibo avanzato (bevande e alimenti integri, non cucinati e non scaduti) da donare ai senza fissa dimora e/o alle famiglie bisognose segnalate dal Comune di Bari.

 

 

Categories: Parlano di noi

No comments yet, be the first to leave one!

Lascia un commento

Note: Comments on the web site reflect the views of their respective authors, and not necessarily the views of this web portal. Members are requested to refrain from insults, swearing and vulgar expression. We reserve the right to delete any comment without notice or explanations.

Your email address will not be published. Required fields are signed with *

*
*